(dedica al presente)

Il racconto che vuole essere un uomo felice
si sparge con le parole affollate, le parole
abbracciate, nelle case vissute e nella piazza della luce
dove non sei morto, ma rivedi
gli amici i tanti fratelli e sorelle, col racconto di te
che cinge di voce in voce, di sguardo in sguardo, un popolo
colmo della tua cura amorosa, intenta.

Fosti da noi, resti da noi nella vigile gioia presente
contento d’avere messo a posto i minimi particolari della gloria,
la vite la finestra e il vento – che minaccia in pieno
ma riporta il sole. Ci siamo, stiamo nel comune
rifugio che il tempo sopravanza – camminiamo
sempre insieme ed insieme parliamo, ridendo, del più e del meno.

***

Per Lillo (Freni), mio cognato (amico e fratello), mancato all’improvviso a 51 anni otto giorni fa a Messina.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...