Letture/5: un inedito di Luigi Socci

Come mai che non parli?
Che cos’hai da non dire?

L’occhio cavato sèguita a vedere
quel che si vuole anche dopo ore
come volevasi dimostrare.

2 mezze verità
non ne fanno una intera
ma 4 metà
addirittura fa
2 verità.

Pezzettoni che anelano a ricomporsi
schegge che rinsaviscono
interrogandosi sul da farsi
cocci di socci che sono i miei
perché tu non li vuoi.

Un passo dopo l’altro
un ritorno sui propri passi
con il piede infilato nell’impronta
fresca ancora lasciata nell’andata
come in una pantofola di fango.

Questa cosa che manca
che si inventa di sana pianta
non hai vinto ritenta
di riconoscerla da un’impronta.

Ma adesso smetto perché sei stanca.

Annunci

Un pensiero su “Letture/5: un inedito di Luigi Socci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...