due testi

(postmeridiem)

Nell’agguerrito catasto memoriale
nego la consistenza della storia,
– la tua storia, la gloria del volto
che ha tradito e sempre, nel semicerchio,
ripete l’assegnata parte.
Et hora et semper, la pax romana
dell’ingiunzione ad una nuova luce.

(torre saracena)

Si complica l’assedio delle croci
alla rocca che sapevamo chiusa
all’attenzione del borgo – là, rintanati
e astuti, nascondiamo
il fumo d’ogni malìa di corpi.
Da presso un mare estraneo alle colline
vela gli occhi di uomini sospesi
in una silenziosa partita a carte.
Un diavolo traversa il paese
e fa l’augurio alle vergini sacrali.
Nascano figli, nascano giganti
per il prossimo fuoco dalle acque,
come dissero i padri viaggiatori
per il sentiero da un mare all’altro speso.

* Questi testi sono apparsi sul n.9/2007 della rivista online “L’attenzione”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...