ANIME DI CARNE al Montano

Una raccolta inedita, ANIME DI CARNE, miei ritmi per voce, è finalista XXX^ Premio Montano. Di seguito tutte le scelte della giuria.
***

Poeti premiati con Menzione

Stefano Allievi, Punti di vista

Camilla Buin, Poesie inedite

Fernando Della Posta, Cronache dall’Armistizio

Andrea Fenice, Profondità urbane

Stefano Grilli, Prigioniero del mondo

Costantino Loprete, Luce contras

Emanuela Mariotto, Da un buco nella rete

Daniela Maurizi, Fiori sull’acqua

Nicolò Rubbi, Variazioni sull’ora e sull’aurora

Giacomo Salvemini, Marginalia

Francesca Scattolin, Un nuovo ordine

Giulia Scuro, Sedute in piedi

Elda Torres, SchizziScazzi

 

Poeti premiati con Menzione Speciale

Alessio Alessandrini, L’impollinazione

Cristina Bove, Una donna di marmo nell’aiuola

Rinaldo Caddeo, Fiabe metropolitane

Lidia Are Caverni, Parvulus

Gabriella Cinti, Madre del respiro

Gianluca Giachery, Disincanto della fortuna

Andrea Giuseppe Graziano, Poesie inedite

Giulio Maffii, La calma apparente dei morti

Romano Morelli, Risvegliarsi qui. Un altro luogo ma non altrove

Salvo Nugara, La tigre bianca

Ugo Piscopo, Poesie inedite

Claudia Pozzana, Poesie inedite

Lia Rossi, Mille volte sulla lingua

Matteo Rossi, Voci da una voliera umana

Giancarlo Stoccoro, Luoghi d’ombra

 

Poeti premiati con Segnalazione

Francesca Canobbio, La legge del buio

Marina Corona, Un destino innocente

Gerardo De Stefano, On

Stefano Iori, Poesie inedite

Loredana Lacroix-Prete, Solido – ovvero sassi nella memoria – 

Vincenzo Lauria & Liliana Ugolini, Oltre infinito

Lara Lorenzini, Seduzione

Francesco Lorusso, L’ultimo uomo

Attilio Marocchi, Lapislazzuli cristalli

Emiliano Michelini, Phanopoeia

Alessandra Paganardi, Il resto della vita

Marco Palladini, Oltremoderna è l’agonia

Alessandro Ramberti, Manuale di rotta

Gaby Ramsperger, Le Onde sono sentimentali

Pietro Salmoiraghi, Entimemi

Massimo Sannelli, XXXVII poesie

Marco Saya, Nel presente dei ciechi

Roberto Valentini, Vangelo meneghino

 

Poeti finalisti

Paolo Aita, Azzimi

Pietro Antonio Bernabei, Ominazioni

Alessandra Conte, The hypercorporea rerum

Lia Cucconi, Impercorso d’oscure chiarezze

Enrico De Lea, Anime di carne

Maria Grazia Insinga, Ophrys

Greta Rosso, La tormenta

Luigi Severi, Sinopia

 

Raccolta inedita vincitrice

Sinopia, di Luigi Severi

finestre

Sono gravidi di quelle transumanze dal fascino remoto

gli istanti o i tempi lunghi delle tue finestre,

quelle di pecore impensate sull’asfalto

verso uno stabbio calmo, di prato prossimo al fiume,

ad un altro passaggio, senza furia di tempo,

in cui restiamo, in cui non ci perdiamo.

il tuo giorno

(anche il tuo giorno, in questo finire del maggio,
in questo sfinire, come una rinascita)

di questo tuo piacere
che è vivere appieno
vorremmo consacrare,
con la brace fuori la porta
e l’origano come l’incenso,
con la pesca nel vino
e la bocca che ti chiama di nuovo –
sempre sapendo la tua risposta
felice, che risuona nella nostra casa